Widget Image
Post Popolari
Seguici anche su:

HomeParchi TematiciSuperbonus Alberghi 80%: richieste dal 28 febbraio 2022! Nuove FAQ e specifiche per l’invio delle istanze – ingenio-web.it

Superbonus Alberghi 80%: richieste dal 28 febbraio 2022! Nuove FAQ e specifiche per l’invio delle istanze – ingenio-web.it

Il Ministero del Turismo ha comunicato le date di avvio dell’operatività ed accessibilità della piattaforma informatica relativa alle istanze per il Superbonus Alberghi 80%.


Ci siamo: il Superbonus Alberghi 80% sta per entrare nella sua fase calda con l’imminente apertura, da parte del Ministero del Turismo, della piattaforma informativa (gestita dall’ente gestore che è INVITALIA) dove inserire le istanze/richieste per l’ottenimento dell’agevolazione.

Il Dicastero del Turismo infatti ha comunicato che, ai sensi dell’art. 6, comma 1, del decreto interministeriale del 29 dicembre 2021, le date di avvio dell’operatività ed accessibilità della piattaforma informatica sono le seguenti:

  • a partire dal giorno 28/02/2022 sul sito di Invitalia sarà possibile accedere alla sezione informativa dell’incentivo e scaricare il facsimile della domanda, la guida alla sua compilazione e la modulistica degli allegati;
  • a partire dalle ore 12:00 del 04/03/2022 sul sito di Invitalia sarà possibile accedere alla piattaforma per compilare il format online, caricare gli allegati ed effettuare l’invio della domanda.

Superbonus Alberghi 80%: nuove FAQ e tempistiche avvio/accesso alla piattaforma per presentare le istanze

Le nuove FAQ per il Superbonus Alberghi 80%

Il Ministero del Turismo ha inoltre pubblicato nuove FAQ (aggiornate al 17 febbraio e disponibili in allegato a questo articolo), sempre riferite all’Avviso indetto ai sensi dell’art.1, comma 9, del DL 152/2021 e pubblicato il 23 dicembre 2021 recante le modalità applicative per l’erogazione di contributi e crediti d’imposta a favore delle imprese turistiche.

NB – Ricordiamo che la misura contiene due principali modalità attraverso le quali vengono impiegate le risorse:

  1. il credito di imposta;
  2. il contributo a fondo perduto.

Superbonus Alberghi 80%: tutte le spese ammesse all’agevolazione

Focus sull’elenco delle spese ammissibili, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, dell’Avviso pubblico del 23 dicembre 2021 – Agevolazioni per la riqualificazione energetica e la ristrutturazione delle strutture turistiche (cd. Superbonus Alberghi 80%).

Scopri tutto!


Superbonus Alberghi 80%: quali incentivi?

Inseriti nel nostro ordinamento dall’art.1 del DL 152/2021 (cd. Decreto di Attuazione PNRR), gli incentivi (credito d’imposta, contributo a fondo perduto o entrambi, ma ci sono delle condizioni da rispettare per il cumulo) sono riconosciuti alle imprese alberghiere, alle strutture che svolgono attivitaà agrituristica, come definita dalla legge 20 febbraio 2006, n. 96, e dalle pertinenti norme regionali, alle strutture ricettive all’aria aperta, nonchè alle imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, ivi compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici.

Il contributo a fondo perduto e il credito d’imposta sono riconosciuti in relazione alle spese sostenute, ivi incluso il servizio di progettazione, per eseguire, nel rispetto dei principi della «progettazione universale» i seguenti interventi:

  • a) interventi di incremento dell’efficienza energetica delle strutture e di riqualificazione antisismica;
  • b) interventi di eliminazione delle barriere architettoniche, in conformita’ alla legge 9 gennaio 1989, n. 13, e al decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996, n. 503;
  • c) interventi edilizi di cui all’articolo 3, comma 1, lettere b), c), d) ed e.5), del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, funzionali alla realizzazione degli interventi di cui alle lettere a) e b);
  • d) realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento delle attivita’ termali, relativi alle strutture di cui all’articolo 3 della legge 24 ottobre 2000, n. 323;
  • e) spese per la digitalizzazione previste dall’articolo 9, comma 2, del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 luglio 2014, n. 106.

Link all’articolo Originale tutti i diritti appartengono alla fonte. Disclaimer

Rate This Article:
No comments

leave a comment