Widget Image
Post Popolari
Seguici anche su:

HomeSuperbonus TurismoDraghi: “Due decreti da 8 miliardi e via restrizioni Covid a breve. Governo bellissimo” – QUOTIDIANO NAZIONALE

Draghi: “Due decreti da 8 miliardi e via restrizioni Covid a breve. Governo bellissimo” – QUOTIDIANO NAZIONALE

Roma, 19 febbraio 2022 – Due decreti contro il caro-bollette e per scongiurare le frodi sui bonus edilizi (a partire dal Superbonus) approvati all’unanimità dal Cdm. E il premier Mario Draghi scherza in conferenza stampa presentando i due provvedimenti: “Avete visto che bravi ministri che ho? E’ un bellissimo governo“. Il presidente del Consiglio non nega divergenze ma assicura: ‘Ho ricordato alla maggioranza il nostro mandato, indicato dal presidente Mattarella. L’ho detto con il massimo rispetto. Possiamo rivedere le modalità di confronto, ma teniamo dritta la barra del timone”.

E se per i due decreti l’impegno è di quasi 8 miliardi (sei dei quali per affrontare il problema dell’energia sostenendo imprese e famiglie), Draghi chiarisce che l’obiettivo è “uscire al più presto possibile” dalla situazione di emergenza legata alla pandemia di Covid. “Questa è la mia determinazione, vorrei anche eliminare le restrizioni il più presto possibile – aggiunge – . Non abbiamo un road map precisa  ma la faremo, è una questione di giorni, in modo tale da eliminare ogni incertezza tra ora e il 31 marzo. Questo è importantissimo per tutti perché darebbe certezza a questo mese che è ancora un po’ incerto”. 

Un impatto delle restrizioni assunte per contrastare la pandemia “è chiaro che c’è, ed è quello che ha portato ai ristori” adottati, chiarisce il premier sottolineando che il compito del governo non è ancora finito. “Il settore del turismo” è ancora in sofferenza – spiega Draghi – “pensare ad esempio agli alberghi delle grandi città, perché il turismo lì non ha ripreso. Abbiamo in mente tante cose, il nostro compito non è finito”. 

E il premier indica anche quali saranno tappe del Pnrr nei prossimi mesi: “tre deleghe: fiscale, concorrenza e codice degli appalti“. “Questi sono i principali, poi ci sono altri che riguardano la transizione ecologica e digitale, e le infrastrutture. Questo deve essere fatto ora, perchè poi bisogna scrivere i decreti delegati e il termine per la concorrenza è fine anno, serve tempo per scrivere i decreti delegati”, aggiunge. Inoltre “sempre di più, mentre si va verso metà anno, prenderanno più importanza gli interventi di attuazione del piano. Il Piano si sta attuando. Ci sono alcuni provvedimenti di riforma che vanno assolutamente approvati perchè fanno parte degli obiettivi”.

Insomma “l’obiettivo del governo è quello di rilanciare la crescita sostenuta, equa e sostenibile ma bisogna affrontare il tema del mercato del lavoro e della lotta alla precarietà – dice Draghi -. Siamo ancora in un rallentamento della crescita nell’Unione Europea, che dovrebbe riprendere spedita a partire dal secondo trimestre. Dobbiamo essere cauti perchè ci sono rischi geopolitici che non potranno non influenzare la crescita”. 

E sulla crisi tra Ucraina e Russia ha spiegato: “Dobbiamo tenere aperte tutte le possibilità di dialogo, la mia ambizione è portare Putin e Zelensky intorno allo stesso tavolo ma la risposta dipende anche dai protagonisti, noi dobbiamo fare tutto il possibile perchè questo avvenga”.

Link all’articolo Originale tutti i diritti appartengono alla fonte. Disclaimer

Rate This Article:
No comments

leave a comment