Widget Image
Post Popolari
Seguici anche su:

HomeStabilimenti BalneariBalneari, i Liggia in gestione temporanea a una onlus, ma per mettere a gara tutte le concessioni Tursi attende indicazioni dal Governo – Genova24.it

Balneari, i Liggia in gestione temporanea a una onlus, ma per mettere a gara tutte le concessioni Tursi attende indicazioni dal Governo – Genova24.it

Genova. Il Comune di Genova metterà a gara i 33 stabilimenti balneari che si trovano sul territorio comunale in modo che dal 1 gennaio del 2023 siano affidati ai vincitori dei bandi per i prossimi 20 anni, ma per farlo deve attendere indicazioni dal governo.

Il Comune aveva nei mesi scorsi, confrontandosi con la Procura di Genova dopo il sequestro dei bagni Liggia preannunciato che i bandi di gara sarebbero stati predisposti in questi mesi. “Il Comune è obbligato a dare seguito alla pronuncia del Consiglio di Stato – chiarisce l’assessore comunale Pietro Piciocchi – salvo che dal governo sopraggiungano diverse indicazioni che abbiamo richiesto anche con riferimento alle modalità di assegnazione delle concessioni, quindi finché non ci saranno indicazioni da parte del Governo noi restiamo fermi”.
”.
Per quanto riguarda i bagni Liggia di Sturla, intanto, Tursi, come anticipato questa mattina dall’edizione genovese di Repubblica, ha deciso affidarli in via temporanea a un’associazione senza scopo di lucro tramite un bando di manifestazione di interesse: l’obiettivo è evitare il degrado di un bene pubblico che è tornato recentemente nella disponibilità del Comune di Genova dopo una lunga vicenda giudiziaria. Visti appunto i tempi lunghi per le assegnazioni definitive Tursi emanerà la procedura ad evidenza pubblica a breve in modo che quest’estate i bagni siano fruibili dai genovesi.

Intanto, dopo l’esposto del titolare dei bagni Liggia che in 400 pagine denunciava “se io non sono in regola con la legge, allora lo sono tutti gli altri”, prosegue il lavoro della Procura di Genova che ha incaricato la Capitaneria di Porto di fare un censimento degli stabilimenti balneari di tutta la Provincia per capire quanti prima della proroga introdotta dal Governo al 2023 avessero le concessioni scadute.

Link all’articolo Originale tutti i diritti appartengono alla fonte. Disclaimer

Rate This Article:
No comments

leave a comment